Dare forma al futuro con la permacultura – 20 anni di COSIG

Download PDF

Dare forma al futuro con la permacultura

Il progettista di permacultura Marcus Pan utilizza map.geo.admin come base per le sue pianificazioni e le sue consulenze – anche per il suo personale progetto del cuore: a Feldbach/ZH sta sorgendo la prima fattoria didattica e dimostrativa svizzera per l’agricoltura rigenerativa, l’Auenhof.

 

Permakultur

La permacultura è un principio di progettazione per sistemi sostenibili, ecologicamente ed economicamente stabili, in gran parte autoregolati e autosufficienti. È nota soprattutto dall’orticoltura e dall’agricoltura, ma le sue applicazioni sono molteplici: insediamenti, aziende, comunità, progetti e edifici possono anche essere organizzati secondo criteri di permacultura.

Presso l’Academy for Permaculture Design «Down to Earth» gli studenti imparano come pianificare e implementare con successo i sistemi di permacultura. Fondatore e direttore dell’accademia è il designer di permacultura Marcus Pan. In un’intervista ci racconta come utilizza le carte e i dati di swisstopo per il suo lavoro.

Trix Barmettler e Marcus Pan
Trix Barmettler e Marcus Pan

Marcus Pan, come procedi quando effettui una pianificazione o una consulenza?

La mia prima strada porta a map.geo.admin. Osservo dove si trova il terreno, in quale regione e come sono gli immediati dintorni. Raccolgo vari dati relativi al terreno: topografia, suolo, condizioni del suolo. In questo modo riesco a farmi una prima idea, prima ancora di essere stato sul posto, e questo mi aiuta anche nella consulenza. Anche gli studenti dell’accademia utilizzano regolarmente map.geo.admin.

Cosa puoi scoprire su map.geo.admin riguardo alle condizioni del terreno?

Per esempio, posso vedere che tipo di roccia c’è su quel terreno, se si tratta di suolo soggetto a erosione e qual è l’inclinazione percentuale. A quel punto so già in quale direzione puntare. Analizzo lo sfruttamento, se il terreno è stato risanato e se si tratta di una zona agricola.

In che modo map.geo.admin ti aiuta nella pianificazione?

Prendo tutte le informazioni dal sito web e stampo la carta, con la scala e le curve di livello. Sulla pianta del terreno vedo gli edifici. Ad essa sovrappongo la mia pianificazione delle zone e dei settori, guardo dove si trova la rete di sentieri e dove scorre l’acqua. Sulle carte è possibile vedere anche dove si trovano gli impianti idrici e di drenaggio. Nei sistemi di permacultura, la gestione delle acque è una delle cose più importanti della pianificazione. Bisogna sempre analizzare prima da dove viene l’acqua – e dove va.

Di cosa hai bisogno esattamente? Immagini aeree o carte?

Lavoro prima di tutto con le immagini aeree. Molto pratiche per me sono anche le carte Siegfried. Con queste si può vedere come appariva una volta il terreno.

Perché è importante per te conoscere il passato?

Ho bisogno di sapere come è stato sfruttato il terreno in passato. Questo mi aiuterà a decidere quale strategia adottare. Quando vedo che negli ultimi anni ci sono sempre state colture con un alto fabbisogno di nutrienti su un campo, so già che il terreno è quasi certamente impoverito ed eventualmente anche contaminato. In questo caso, bisogna risanare il terreno prima di ricominciare con la coltivazione intensiva.

Com’era in passato, quando map.geo.admin non esisteva ancora?

Una volta occorreva investire molto più tempo per ottenere le informazioni, l’intero terreno veniva misurato e livellato. Abbiamo prelevato molti più campioni con la vanga perché avevamo bisogno di informazioni sul terreno e sull’acqua, e abbiamo scavato buche ovunque, spesso anche con un piccolo escavatore. Era semplicemente tutto molto più gravoso.

Il tuo progetto personale è l’Auenhof. Cos’hai scoperto su di esso con l’aiuto delle carte?

L’Auenhof è stato una fattoria ortofrutticola fino agli anni Ottanta. Osservando le carte del passato, è possibile vedere che ogni metro quadrato era coltivato. Sulle carte successive è possibile riconoscere che questo processo si è poi gradualmente arrestato. Sebbene venisse falciato, il terreno è stato in grado di rigenerarsi. Pertanto, so che ora posso iniziare a coltivare perché il terreno si è ripreso. Sulle carte Siegfried del 1800 circa, si nota anche che tutto questo un tempo era terra bagnata. C’è una sorgente da cui l’acqua può essere facilmente condotta verso il basso, e sotto di essa c’è una depressione. Questa situazione è l’ideale per i giardini acquatici – ma in nessun caso per frutta e verdura, che amano stare un po’ più in alto.

Permakultur

Praticate il Keyline Farming. Di cosa si tratta?

In generale, coltiviamo tutto lungo le curve di livello e allo stesso tempo creiamo dei canali d’infiltrazione. Le piante tengono insieme il terreno e nei fossati l’acqua si infiltra lentamente nel terreno e non va perduta. Al giorno d’oggi, come sappiamo, esiste il problema della troppa o della poca acqua. Nelle estati calde il clima è troppo secco, mentre in caso di piogge abbondanti piove troppo in una sola volta. Con il Keyline Farming trattengo l’acqua sul terreno. E le curve di livello per la pianificazione del tutto possono essere tratte anche dalle carte di swisstopo.

Come si potrebbe migliorare ulteriormente map.geo.admin secondo te?

Le formazioni legnose disegnate sulle carte non sono del tutto aggiornate; possiamo vederle solo con i droni. Personalmente mi interesserebbe sapere, ad esempio, come si possono determinare i dati per gli strati più profondi del terreno, ossia fino a un metro di profondità. E naturalmente sarebbe fantastico disporre di immagini satellitari aggiornate quotidianamente!

20 anni di COSIG – Coordinazione, servizi e informazioni geografiche

L’unità COSIG, acronimo di Coordinazione, servizi e informazioni geografiche, ha intrapreso la sua attività il 1° gennaio 2000. Il suo compito: assicurare un coordinamento nel settore della geoinformazione, in modo che ogni ufficio e ogni Cantone non fossero costretti a creare una propria infrastruttura. Sotto l’influenza della COSIG, swisstopo si è trasformato da produttore di geodati in un centro di servizi di cui ogni cittadino svizzero può beneficiare. Con il geoportale map.geo.admin.ch, in particolare, la COSIG ha creato qualcosa che offre ampi benefici di varia natura per tutti.

Per saperne di più sulla COSIG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*